Psicologa Psicoterapeuta a Castelverde (Cremona)

Disturbi del sonno

Psicologa Psicoterapeuta Castelverde (Cremona)

  • Home
  • Ambiti di intervento
  • Disturbi del sonno Castelverde (Cremona)

Breve descrizione. L’insonnia cambia il naturale ciclo del sonno, che con il proseguire del tempo può risultare difficile da restaurare. Alcune persone che soffrono di questo disturbo cercano di appisolarsi nel pomeriggio o durante la sera, andando ad aggravare ancora di più la problematica dell’insonnia. A volte, la privazione del sonno provoca gravi problemi fisici e mentali. Le cause della  mancanza di sonno possono essere diverse. Tra queste abbiamo ansia (soprattutto ansia da prestazione), stress, depressione. Altre sono di natura non psicologica, come allergie alimentari, coricarsi negli orari sbagliati, visione di film molto impressionanti prima di andare a dormire, ecc.), assunzione di caffè, cacao, ecc. A volte, l’insonnia è causata solo da rumori notturni che non permettono al soggetto di prendere sonno, ma, se non si prendono le dovute precauzioni potremmo andare incontro ad effetti negativi dovuti alla privazione di sonno. L’insonnia può però anche essere dovuta ad un disturbo bipolare, oppure ad iper-tiroidismo, asma, problemi di cuore.

Da un punto di vista psicologico, l’insonnia è dovuta ad un problema emotivo mai trattato: se un soggetto non è soddisfatto del proprio stile di vita o sta rimandando problemi, questo può comportare insonnia. Bisogna quindi andare ad affrontare, all’interno della psicoterapia, tutto ciò che porta a stress, ansia o depressione che provocano questo disturbo.

Tra i disturbi del sonno abbiamo:

  1. Apnea durante il sonno. Avviene quando la respirazione si interrompe, interrompendo il sonno. Alcuni muscoli dell’apparato respiratorio perdono il loro tono e collassano. I soggetti che ne soffrono non sanno quando avviene, ma lamentano un’eccessiva sonnolenza diurna. L’apnea centrale avviene quando il SNC interrompe lo stimolo a respirare, e quindi il soggetto è costretto a svegliarsi per ricominciare a respirare.
  2. Sindrome delle gambe senza riposo. La persona avverte un formicolio o un brivido alle gambe che creano un forte bisogno di muoverle. Il soggetto che ne soffre si muove continuamente nel letto per tentare di alleviare questa sgradita sensazione, causando veglia e quindi mancanza di sonno. Disturbo che però va trattato.
  3. Parasonnia. Racchiude un numero di disturbi di sveglia improvvisa che includono incubi, sonnambulismo, comportamento violento durante il sonno e disturbi della fase R.E.M., in cui una persona muove il proprio corpo per assecondare ciò che sta sognando.
  4. Meteoropatia. Disturbo psicosomatico per eccellenza e si manifesta sia con la depressione che con l’ansia. Associato alla forte presenza di ioni negativi e positivi nell’atmosfera, specialmente prima di un temporale, le persone che riescono a captare questo cambiamento di concentrazione atmosferica di cariche elettriche sono almeno 1 uomo su 5.

Il trattamento dell’insonnia da me effettuato consiste nel seguire da un punto di vista psicoterapeutico il paziente stesso, fino alla scomparsa del sintomo, “prendendo letteralmente per mano” il soggetto che ne soffre.

Unitamente ad incontri verbali, sarà  portato avanti un ciclo di tecniche di rilassamento, che, insieme ad una diminuzione dell’ansia o della depressione sottostanti, andranno a diminuire fino a far scomparire il disturbo stesso dell’insonnia.         

Dott.ssa Federica Ferrari
Psicologa Psicoterapeuta Castelverde (Cremona)